intercalare

intercalare

Davvero 

C’è sempre incredulità in un pensiero nuovo. Aria pulita, stupore, e la richiesta di una conferma che ci si rivolge. Si sospende per un attimo la corsa per raccogliere ciò è emerso improvviso e guardarsi attorno. 

proviamo emozioni 

La sorpresa si è sciolta, il passo è leggero. Quella sintesi che si è fatta strada ha mostrato un accesso al profondo, ma è stato un momento e ha lasciato solo un’ impressione. Come un tuffo nell’acqua che risveglia il corpo e gli dice: esisti. 

più per paura 

Ragionare per confronto, per differenza propria, perché senza presunzione, siamo differenti. Da noi, anzitutto. Da ciò che siamo stati e saremo. E il pensiero è la fotografia, sorprendentemente a fuoco, di un momento. Ricca di dettagli, fa uscire dalla velocità che appiattisce le cose, le sensazioni, i desideri. Esce dalla tirannia del presente e ci mostra un modo d’ essere che a volte perdura, ma quasi sempre si perde, dopo aver illuminato e affascinato. Questo è anche motivo dello scrivere: per contrastare un senso di perdita d’occasione alla quale è difficile abituarsi. 

che per passione? 

Nel mio giardino c’è un noce, da san Giovanni si raccoglievano i frutti per il nocino, altri frutti continuavano la loro crescita e poi cadevano senza essere raccolti. Tagliando l’erba, a primavera, vedevo piccole piante che a volte si facevano strada dalla corazza del frutto. Quella forza del crescere mi spiaceva fosse confusa tra gli steli, perché non erano erba ma alberi che volevano fruttificare. Era una foresta che voleva nascere da un solo albero.         Si è chiuso il dubbio iniziale in un nocciolo duro che non ha soluzione; può però germogliare. Lo farà. A volte capita che generi una roccia, altre una ninfea, per questo bisogna camminare leggeri.

Davvero

proviamo emozioni

più per paura

che per passione?

IMG_2915[1]

12 pensieri su “intercalare

  1. Ciao @Will … è tanto che non ci si sente, eh ???
    Beh … non è un buon momento per me, e passare oltre dopo la perdita di un affetto è più arduo di quanto pensassi . Ma io comunque ci provo … son tanti i treni in partenza, fra i quali non pochi i miei prediletti “treni senza destinazione” … quelli da afferrare al volo onde lasciare comunque indietro il dolore !

    Erro da te, amarezza, quando è sera
    o quando l’ alba spunta all’ orizzonte,
    mi piace assai quella perduta gente
    ch’ avanza sempre tosta, balda è fiera !
    °°°
    Fuori è uno schifo, è un brutto e rio accadere
    gente che ammazza, stupra o si suicida,
    a me veder dispiace queste cere
    e simulacri … è amore la mia guida !!!
    °°°
    Ci vuol coraggio ( non bastano le fughe ),
    ci vuol coraggio ( pur con tante rughe ),
    ci vuol coraggio uscire fra le stelle
    e contar solo, fra quelle … le PIU’ BELLE !
    😦

    Buona serata … @Willy

  2. Ciao Bruno, immagino che sia difficile. Molto difficile. Ma hai risorse, sensibilità e capacità di vedere. Hai la possibilità di vivere tenendo forte quell’amore che non se ne andrà se vivi. Fatti forza, amico mio, hai molto da dare e il coraggio non ti manca.
    Buona serata a te Cavaliere.

  3. Grazie, @Ondy … sapessi quanto io ne abbia bisogno, ora … poichè è attraverso il vostro affetto, ed anche di più, che riesco ( e pazienza se per un tempo breve ) ad uscire dal dolore, amplificato poi da quella malinconia che mi porto nel dna ! 😐

  4. Se non avessi passione in ciò che faccio, dallo scrivere al cucinare, dal portare a termine i miei doveri al far valere i miei diritti…
    …non saprei di vivere

    Mente e cuore sempre.
    Pensa che rido per nulla come piango per niente.

    Ciao! Bravo.

  5. E’ molto bello che la tua risposta punti sulla passione, Nadia, è un valore che non è scontato, anche se spesso questa risposta sembra più facile e logica. La paura funziona molto come generatrice di emozioni, mai come in questo tempo si è parlato di sicurezza e sembra a volte che uscire dalla paure sia lo scopo del benessere emotivo. Oppure in altri casi è il rischio, la sfida che genera emozione, il metterci la faccia così strombazzato sembra più una partita di poker che un riconoscimento tranquillo delle proprie capacità.
    Non so se questa sia l’epoca delle passioni, direi che mi pare più quella delle paure ed è bello sapere che molti invece sono fuori da questa temperie.

  6. Non è che sia esente da paure… anzi, in questo periodo ed avendo un figlio le mie preoccupazioni sono tante. Ma la passione è per me un sentimento diverso, sempre e comunque presente e del tutto positivo.
    La paura è forse in una minima parte adrenalinica.
    Ci sono persone che si “eccitano” con la paura, bungee jumping ecc. ..
    Io preferisco stare con i piedi appoggiati, però l’aereo va benissimo ed è già quasi troppo estremo per me!
    Fuori tema? Forse.
    Ciao.😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...