ascolta

ascolta

Piccoli rumori oltre la porta,

lo scalpiccio discreto,

una maniglia che apre,

il soffio d’ un passaggio,

la tenda che si muove,

un cuscino si sgonfia sotto il peso.

L’orologio ha la fatica di portare avanti il tempo,

ma le ore battono distratte,

e il corpo ha suoni quasi impercettibili:

tra un raschiar di gola imbarazzato,

il fruscio d’un gesto,

non c’è nulla da dire.

Il silenzio,

o quel che ne resta,

avvolge, anch’esso discreto,

quasi temesse di far rumore.

6 pensieri su “ascolta

  1. E’ un silenzio, dolce, in cui si ritrovano le cose dell’ anima e del cuore …. q
    Quelle che custodiamo e portiamo sempre con noi, e quelle che, erroneamente, ritenemmo di aver perduto … un tempo !
    I tuoi versi, @Willy, hanno la leggera soavità del sogno … fà bene leggerti, ogni volta . 🙂

  2. Delicatezza, rispetto, quel porsi in punta di piedi per non disturbare l’altrui riposo …
    Queste sono le sensazioni che mi hai sollevato.

    Bella giornata Will,
    alla prossima, con un sorriso mattutino
    Ondina 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...