Digressione

capire il limite

IMG_0050

Ci sono quelli che non si voltano mai indietro, hanno coscienza di sé, lasciano e pensano al nuovo. Altri, più incoscienti, sono incollati alla propria storia, l’hanno ficcata dentro uno zaino che è diventato zeppo e pesantissimo. Pensano di conoscerne a memoria il contenuto e così ci guardano di rado. Ma se lo facessero scoprirebbero cose interessanti. In compenso lo portano in giro rassicurati dal ricordo e dai fili che sembrano tener aperte comunicazioni. Dall’altra parte dei fili ci sono esigenze ormai spente, oppure altre che non s’accontentano. Intendimenti diversi si erano incontrati. Ora che resta? Per fortuna pesi diversi.

Qual’è il limite di peso consentito per volare? E se in un momento di quiete, oppure di passione, venisse voglia di andare e basta, togliere senso al tempo e camminare? Si sarebbe fatta la pace con ciò che non è accaduto, e vuotato lo zaino, riprenderebbe la storia. Perché capire il limite non è accontentarsi e neppure farsi una ragione. Nell’adattarsi il corpo si piega e si chiude, lo si vede nella postura che a volte si ribella; soccorrerebbe allora l’immagine del risveglio felino, che si stira e si guarda attorno stupito. Per un attimo, solo per un attimo, prima di una nuova mobile indifferenza.

3 pensieri su “capire il limite

  1. Ti lascio il mio commento come a voler svuotare lo zaino. Mi stiro, indietro mi sono già voltato ma non sono ben sicuro di aver capito qual’è il limite Will: se all’accettazione dovessero dirmi che il peso è eccessivo saranno dolori, gli artigli li ho ancora.
    Com’è che cambi continuamente modello di template?

  2. Il passato sicuramente serve, è un bagaglio che ci seguirà sempre perché ha fatto di noi ciò che siamo ora, ma bisogna imparare a comprenderlo e accettarlo e poi guardare avanti, rimanere avvinghiati al passato tarpa le ali… Buona giornata!

    Date: Wed, 5 Nov 2014 23:22:51 +0000 To: silvia-1959@live.it

  3. Riconoscere la propria storia e non essere schiacciati da essa. Questo è superare il limite che noi stessi poniamo. Si diventa più leggeri e ci accettano a bordo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...