c’è un tempo

c’è un tempo

c’è un tempo che non ho voluto,                                                                                                         era libeccio, venuto in faccia, 
inatteso, alito caldo,
  e non c’era luogo,
né ora,
per farsi offendere,
per farsi consumare:
   non avevo viso da farmi accarezzare.
In quel tempo mi son perso,
in quel tempo ritrovato,
è bastato poi un fiammifero 
e un mondo ch’era torbido
improvviso s’è schiarito.
Potrei parlarti delle dita,
d’un fiammifero consumato,
    ma quel tempo non m’apparteneva
mi è stato regalato.

    Il tempo ci trova, ci segue e sorride.

A suo modo, sorride.

9 pensieri su “c’è un tempo

  1. Purtroppo succede di capitare in tempi e situazioni distanti da noi, in cui ci sentiamo disorientati, fuori posto, dove ci sembra di essere stranieri, troppo diversi per poterci adattare.

    Ma lasciamo spazio ad una mano che si porge, magari inaspettatamente,
    lasciamo la porta aperta al cambiamento,
    prendiamone solo quel poco di positivo che anche lì c’è o c’è stato,
    per crescere e per comprenderci e ritrovarci un pochino di più …

    Allora sì che tutto ciò diventa un regalo.

    Questo m’è venuto, di getto, leggendoti, Will,
    prendilo così com’è … 🙂

    Un sorriso e buon fine settimana
    ciao
    Ondina

  2. Capirci un po’ di più perché siamo anche altro da come siamo o pensiamo di essere. Vediamo il positivo che si genera è cosa che ci appartiene. Grazie dei tuoi pensieri, Ondina, sono importanti.
    Buon fine settimana 😊😇

  3. Come hai ragione Will:
    è capitato anche a me di sorprendermi a scoprirmi diversa dall’immagine e dagli stereotipi che avevo riguardo a me stessa.
    🙂 :-*

  4. E’ il sorriso quello che non vedo. Gli stereotipi con i quali gli altri ci vedono dipendono in parte da noi ma tu vuoi dirmi veramente di non sapere come sei dentro? Di aver sovrapposto l’identità che altri ti hanno appiccicata su quella che possiedi intimamente e conosci meglio di chiunque altro?
    La scrittura che lasci qui ti definisce, credimi, basta analizzarla con animo sincero: godo della tua raggiunta piccola serenità.

  5. Ti ringrazio Enzo, la serenità è un farsi e un parziale disfarsi, potrei dire che sono più sereno ma non per stanchezza e mi pare una gran cosa. Anche per te, mi pare ci sia un maggiore disincanto, anche se il buon sangue combattivo di sicuro non manca.
    Buona domenica 😊

  6. Non sempre il tempo è quello giusto ma basta acchiapparlo per la coda come un fiammifero che illumina la scena e poi muore tra le dita.
    Bella e intensa la tua poesia

  7. Il tempo capita, anche se a volte lo provochiamo. È vero basta un fiammifero e scottarsi un po’ le dita.
    Grazie newwhitebear 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...