lo scialo

Altrove gli occhi,

nubi ed erba bruciata d’autunno,

distratta la mano nell’acqua,

raccoglie,

spartisce,

ascolta,

il pensiero che rattiene lo sciogliersi

per furia il vestito, i capelli 

e poi tutta,

seguendo lo scialo d’amore che preme.

Di spera il sentire,

ma la mente ribelle ricuce,

rammenda, il racconto di sé

ed ora l’acqua, stringe

e rilascia la mano,

come se il cuore,

così vivido e netto,

fosse tutt’uno col mordere la vita,

di nuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.