un’attesa indeterminata senza oggetto

un’attesa indeterminata senza oggetto

 

A volte il peso dei ricordi è puro e leggero come fieno,

ha il profumo tostato del sole

che urge cercando l’essenza d’una cosa.

Si sente attorno l’aria che non s’è dispersa,

la linea sottile d’orizzonte,

ciò che allora tenne il tutto

ed è lo stesso, ancora.

Eppure nulla è eguale,

anche se il mondo accoglie benevolo,

adesso,

e abbraccia, e promette,

magari  non cose grandi, o inverosimili successi,

bensì il ripetersi differente del vivere.

E il ricordo supera lieve l’incombenza fastidiosa,

il problema assillante di tempo,

gl’ inciampi d’invidia che costellano il giorno,

e si spinge anche oltre il presente

che ancora nulla ricorda,

supera il piacere che contiene la sua fine,

o la solitudine ch’esso satura,

o il nuovo che chiede altro nuovo,

mentre bulimico di sé si divora e noi con lui,

ma lui resta.

Dei giorni inanellati senza grazia non è rimasto nulla,

scomparso ciò che pareva essere già forte di presente e di futuro,

e invece il silente non scompare,

e toglie ogni peso e fa levitare l’anima

mentre odora di leggerezza e fieno.

Neppure l’amore ha la forza retroattiva del mutare tempo ed essere:

è il noi, di allora ed ora

che trasfigura il nostro piccolo universo

e rende l’anima del mondo eterna e coincidente.

7 pensieri su “un’attesa indeterminata senza oggetto

  1. Spero che i tuoi ricordi siano sempre leggeri e puri come li hai descritti in apertura di questi tuoi bellissimi versi.
    Che siano un bagaglio prezioso che concorre a costruire il presente (senza appesantirlo e immalinconirlo) puntando lo sguardo colmo di speranza e fiducia al futuro.

    Un sorriso grande a te, Will,
    Ondina

  2. Versi splendidi @Wil e dolenti verità … NON sempre è così, NON sempre riusciamo a cogliere l’ attimo e a illuminare la desolante scena della vita …
    .
    😦

  3. E’ vero Bruno non riusciamo a cogliere l’attimo che conta. Avviene spesso, ma qualche volta invece accade una congiunzione tra percezione e occasione che ci fa grandi. Magari per un attimo, ma grandi. Grazie anche per la scelta musicale 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...