confondere con la gentilezza

confondere con la gentilezza


IMG_6107

 

Non confondo la gentilezza con la bontà, ma so che si vogliono bene e che non occorre essere sempre buoni, basta una volta al giorno. Magari anche due. E per essere buoni basta essere umani: una gentilezza, un ascoltare senza guardare l’orologio, una parola spinta dal cuore.

Essere sempre buoni, è una fatica, un perdere pezzi di sé per strada, quelli normali, d’uso comune e abitudinario e a volte proprio non si riesce. Ma tenere uno spazio dentro e fuori di sé per gli altri, fa bene. Non distacca dal mondo, lo migliora. La vita è complicata, tende a fare scorza della pelle, quindi conservare una parte tenera è cura dell’anima e fa bene anzitutto a noi. Ci fa vedere il mondo sotto un altro aspetto e, in fondo, di questo si ha bisogno: pensare che c’è un’alternativa. Il mondo dei duri annoia quando non fa male, è così prevedibile. La gentilezza no, confonde e ci confonde, come il gesto gratuito, stupisce e toglie qualcosa che appesantisce. E quel pesare non si sa cosa fosse ma, senza indagare troppo, poi c’è una leggerezza che prima non c’era. Insomma ci fa bene la gentilezza, ed esercitarla senza obbligo, è ancora meglio. Perché la gentilezza non è educazione, è quella piccola bontà che ci fa vedere che c’è una persona davanti a noi, con i suoi problemi, la sua vita, i suoi pensieri. Uno di noi.

11 pensieri su “confondere con la gentilezza

  1. La gentilezza, per me, è innanzitutto rispetto, che dovrebbe essere dovuto quando si ha di fronte una persona 🙂
    Buon inizio settimana 🙂

  2. Una gentilezza è quasi una carezza. Fa bene all’anima.
    E “Quando la misura e la gentilezza si aggiungono alla forza, quest’ultima diventa irresistibile”. Lo diceva Gandhi e lo penso anche io.

  3. Forza, misura e gentilezza, una sintesi perfetta dell’uomo che ha la vita in sé e la sente scorrere negli altri. Grazie per la citazione e il pensiero, Pindaricamente. 🙂

  4. Pensando alla gentilezza, di cui mi piace molto anche il suo sinonimo _cortesia_, che mi sembra fine, elegante e che mi sembra possedere una sorta di bellezza dei tempi andati, mi vien da dire che in questa società di duri, imbronciati, maleducati e arrabbiati, essa è rivoluzionaria e contro corrente.

    Sembra essere diventato fuori moda insegnare a chiedere _per favore_ e a ringraziare, mentre sembra più trendy ….pretendere ed esigere, come tutto fosse scontate e dovuto.
    Tutti diritti e niente doveri.
    Per questo la gentilezza spiazza e sorprende. E non è segno di debolezza.

    A volte è faticoso praticarla e verrebbe più naturale tirare una …ciabattata o rispondere per le rime ma credo che occorra insistere anche per non omologarsi e abbassarsi al livello della gente di cui sopra.

    Che sia una luminosa giornata, Will
    con un sorriso
    ciao Ondina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...