a settembre era nato qualcosa di innominato e grande

a settembre era nato qualcosa di innominato e grande

001

Veniva settembre. Indeciso tra folate di vento del nord e caldi improvvisi. Veniva con il primo pensiero di scuola, veniva con i giochi che proseguivano senza l’immenso futuro dell’estate. Ma ciò che cambiava davvero era la luce che scemava. E si vedeva nel sole che tagliava ben prima, facciate e finestre, nell’ombra che invadeva i portici e i giardini. Ed era inattesa. Mancava un’ora ed era già notte. E questo mancava come se la vita avesse perduto qualcosa d’importante, ma non si potesse fare altro che accettarlo. Così i tavolini venivano raccolti attorno ai lampioni, le sedie si avvicinavano, e un po’ più grandi, il gioco non importava più e le mani si toccavano diverse rispetto al mattino o al pieno meriggio. Era sorto un bisogno di stringere, d’assaporare profumi vicini perché quelli lontani inducevano alla malinconia dell’andare, del lasciarsi. Chissà com’erano nati tutti quei sensi nuovi e perché coincidessero con la fine dell’estate?

Allora le estati erano già un passato, eppure frammento di vicino, i giorni caldi di luglio, la sorpresa di giugno, le opulente certezze di agosto: tutto imprendibile. Quel tutto così lontano e vicino sembrava che in noi avesse depositato la somma di innumeri estati: sapevamo come sarebbe finita, eppure era tutto nuovo. Noi eravamo nuovi. E ricordavamo con tenerezza le estati piccole, col sonno obbligato e i balconi semichiusi, i giochi silenziosi, le cantilene. E ci pareva che da queste fosse nato un universo di caldo, di grida, di corse, di spruzzi confluito ora in questo sentire nuovo. Così nuovo che il tramonto non era più un passaggio del giorno, ma un momento da condividere. A settembre era nato qualcosa ed era come se questo mese avesse raccolto ogni ansito senza nome e ciò che prima era gioco era ora un allargare le braccia simili ad ali che volavano con noi, all’unisono con le attese del cuore.

4 pensieri su “a settembre era nato qualcosa di innominato e grande

  1. La tua scrittura appartiene ai poeti cui non sfugge nulla,ma anche agli uomini di testa che della scienza ne hanno fatto fine attenzione. Bisticcio di parola?… Ma no. Credo infine che di quello che ho lasciato tu lo sappia da sempre. Buona continuazione settembrina allora e ovviamente buon we. Mirka

  2. Quest’anno qui da me l’estate, che è la stagione che amo di più, non s’è vista, quindi sto accogliendo settembre in modo un po’ diverso dal solito.
    Solitamente anche a me questo mese ha sempre messo addosso un po’ (tanta) malinconia e tristezza (tranne al tempo delle superiori quando non vedevo l’ora di ritornare a scuola per mettere finalmente uno stop alle mie estati lavorative e solitarie). 😦

    Le ombre si fanno molto lunghe, verso sera il sole tra le montagne scappa via presto e questo mi fa sentire ancora di più la sensazione che il tempo mi stia sfuggendo tra le dita … 😦

    Comunque sia, Will, ti auguro un settembre sereno e bello, non troppo faticoso e molto soleggiato (beato te che non hai la chiusura dei monti che rubano luce e colori) 🙂

  3. Eh già Ondina, qui siamo tra monti mare e il sole c’è più a lungo. Cominciano tramonti spettacolosi, il nostro pittore preferito ci dà dentro senza risparmio. Settembre mi provoca sentimenti contrastanti, uno di questi è la sensazione del passaggio e quindi del tempo che porta con se, ma so che l’estate torna e ciò che apre è un tempo di riflessione, di approfondimento. Se avrò ancora la leggerezza dei mesi estivi, la quiete del riflettere sarà forte e lieve, per questo uso il ricordo e lo porto con me per essere più leggero. Buona giornata e buona settimana a te e a chi passa 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...