torna un ordine

Poi le cose si sistemano, in un modo o nell’altro l’ordine torna. Dovremmo tenerlo a mente.

In fondo bisogna esercitare la pazienza e la speranza, non scivolare nell’ansia che impedisce alle cose di avere un loro senso.

Che significa vivere nel giorno? Rincorrere l’attimo, la sensazione, l’emozione, oppure trovare il proprio tempo interiore, il battito profondo della nostra vita che accompagna il presente? In questa freccia positiva del divenire, trovo un senso all’ansia, e riconduco la fretta al suo posto: attraversare le strade, inseguire un amore che parte, cercare una cosa che serve davvero subito. E per il resto mi occupo e mi affido; bisogna avere fiducia nelle cose, nelle persone, nel caso, fare ciò che si può (e non significa tutto il possibile) e lasciare che qualcosa di buono accada anche senza il nostro decisivo intervento.

7 pensieri su “torna un ordine

  1. Dopo aver ascoltato più volte la canzone che vi hai allegata, Will (che non conoscevo e che m’è piaciuta subito – ed è molto difficile che succeda questo, sappilo!) e premettendo che non conosco il greco e quindi non so che voglia significare, m’è venuto da confermarti che ci vuole fiducia e fede (non sto parlando di fede religiosa qui), oltre alla speranza.
    Il senso degli eventi a volte non si scopre mai o _forse_ solo molto dopo. Poiché alcune cose sembrano illogiche, sembrano slegate le une dalle altre, o casuali.
    Ma spesso invece non lo sono, poiché c’è un’armonia, un ordine naturale, magari a noi incomprensibile, ma che c’è e torna.
    E non siamo _sempre_ noi che conduciamo _sempre_ (e per fortuna, a volte) il gioco.
    Molto spesso noi diamo una mano, una …spinta al destino, al caso.

    Un’ultima cosa, poi chiudo: m’è venuto da pensare al seguente dipinto di Matisse, La danza
    http://cultura.biografieonline.it/la-danza-matisse/
    dove le persone cerchio riportano al continuo movimento e al continuo rinnovarsi della vita, trasmettendo nel contempo un senso di ordine, non di caos.

    Come al solito, Will, con le tue parole smuovi tante cose, anche non attinenti a volte, ma questo è un “problema” mio, quindi …. porta pazienza 😉

  2. E’ l’atteggiamento migliore per affrontare le cose….il tempo per se stessi, per il proprio interiore occorre sempre trovarlo! 🙂
    Buona giornata!

  3. Si. Sono d’accordo. Quando il tempo Interiore combacia con il Tempo esteriore voluto da chi lo dirigeè, circolarità che porta a compimento un giusto,forse neppure immaginato se non per lampi che subito spariscono, là, dove luogo non esiste perchè assorbito dallo spazio misterioso. Noi piccoli microcosmi vaganti di inconsapevole quanto misteriosa energia.
    Molto suggestivo video e preghiera

    Mirka

  4. Axion Estin, significa: è veramente giusto. E’quasi un inno nazionale per come i greci lo amano, ne esiste anche una versione molto bella di Teodorakis. Canto religioso che parla a chi crede e a chi non crede, toccando quelle corde dove la spiritualità umana si dispiega oltre alle religioni. Nella nostra epoca, e in occidente in particolare, c’è un eccesso di scientismo, questo investe le nostre vite come fossero un esperimento scientifico che darà origine a una legge, vite soggette a variabili determinate, e quindi riproducibili. La materia che dovrei conoscere, la sociologia, in alcune accezioni deterministiche arrivava a cercare le leggi per sapere sin dall’inizio come sarebbe andata a finire. Per fortuna oggi si studia altro, ma l’idea molto economicistica che le vite debbano sempre determinare ed essere determinate, circola ancora molto ed è prevalente. Io preferisco lasciar spazio agli altri e cercare di avere pazienza e fiducia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.