delusioni

S’è rinchiusa la conchiglia,

lo schiudersi era divenuta fatica:

così fragile è l’equilibrio

che traccia la soglia d’essere amati.

Il disdegno non abbisogna d’alte voci,

di rifiuti conclamati, porte sbattute,

s’infrange prima il cuore, poi talvolta i vetri,

basta la disattenzione.

Quando la richiesta, lasciata in inutile attesa,

nell’ amoroso dire, muore,

già chiusa è la conchiglia.

E’ mancata una risposta

ed ora muri d’osso

e intrico di vene e nervi

racchiudono il cuore pensoso.

4 pensieri su “delusioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.