non ce ne siamo accorti

Un caffè di troppo, uno è sempre in più,
come il passo che s’allunga,
la mano che s’aggrappa al volante,
nell’impazienza del semaforo:
rallenta chi ci precede in coda,
mentre s’accorciano i secondi
e noi ci lasciamo accadere tutto questo,
vivendo vite senza traccia,
perché la fretta non lascia, né sugo né ricordo.
C’è stato un tempo bambino
in cui lenta e pensata era la vita,
e così bella,
che non ce ne siamo accorti.

2 pensieri su “non ce ne siamo accorti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.